3 settembre 2013

Piazza Carlo Emanuele II


Per i torinesi "Piazza Carlina", nomignolo dato per i modi effeminati del sovrano di casa Savoia, Piazza Carlina alimenta ricordi del passato popolare torinese, i macabri spettacoli offerti dalla ghigliottina, in 14 anni di dominazione francese tagliò 423 teste, la prima testa a cadere fu quella di una donna, la "bela caplera"( la bella cappellaia), durante la restaurazione, fu collocata la forca.


Al centro il monumento a Camillo Benso conte di Cavour (opera di Giovanni Duprè del 1872) che ha in mano un cartiglio con incisa la celebre frase “Libera chiesa in libero stato”
.

A sud la chiesa di Santa Croce, edificata su disegno di Filippo Juvarra (1718-1730).